Su iniziativa dell’Istituto per il Credito Sportivo in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato lanciato il progetto 1000 CANTIERI PER LO SPORT che ha come obiettivo quello di incentivare gli interventi di manutenzione, ristrutturazione e costruzione di impianti sportivi. L’Istituto per il Credito Sportivo mette a disposizione mutui a tasso 0 per complessivi 150 milioni di Euro per finanziare 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti sportivi di base pubblici e privati.

Per gli Enti pubblici – Edifici sportivi a servizio delle scuole

Palazzetto dello Sport  di Torri di Quartesolo (VE) - Realizzazione Stratex Spa

Palazzetto dello sport di Torri di Quartesolo (VE) – Realizzazione Stratex Spa

Alla fine dell’anno scorso sono partiti gli interventi per le scuole. In Emilia Romagna sono previsti 34 interventi e ad oggi il numero di richieste non copre il plafond massimo messo a disposizione dal Credito sportivo. Agli Enti locali proprietari delle scuole sono destinati 75 milioni di euro di mutui a tasso zero. L’importo massimo per ogni intervento è di 150 mila euro, erogato come mutuo di durata massima di 15 anni. Gli interventi ammessi sono:

 

  • ristrutturazioni, ammodernamento;
  • ampliamento, completamento;
  • riconversione, adeguamento tecnologico, manutenzione straordinaria;
  • bonifica dell’amianto;
  • adeguamento delle normative sulla sicurezza e sull’abbattimento delle barriere architettoniche;
  • efficientamento energetico;
  • acquisto di attrezzature.

 

Per gli Edifici sportivi privati e pubblici

Piscina di Bassano del Grappa (VI) – Realizzazione Stratex Spa

Piscina di Bassano del Grappa (VI) – Realizzazione Stratex Spa

Da gennaio 2015 è partita la seconda fase del progetto. Saranno destinati ulteriori 75 milioni di euro di mutui a tasso zero per la ristrutturazione o costruzione di spazi e impianti sportivi di base. La possibilità di accedere ai mutui è rivolta a:

  • enti locali;
  • soggetti privati (società e associazioni sportive, parrocchie, enti morali, ecc.).

 

L’importo massimo per ogni intervento è di 150 mila euro (per i soggetti diversi dagli Enti locali una percentuale del costo del progetto resterà a loro carico) erogato per una durata massima di 15 anni per gli Enti locali e 10 anni per i soggetti privati.

L’opportunità è davvero significativa anche in considerazione della rilevanza economica e sociale che i fenomeni sportivi hanno assunto nel nostro paese negli ultimi anni. Il bando di fatto è aperto sia al pubblico che al privato e consente, anche con un investimento contenuto, di rivitalizzare o di realizzare ex novo strutture sportive in un momento storico dove l’utilizzo di impianti sportivi cresce percentualmente, sia nel paese che in particolar modo nella nostra regione, come si può approfondire anche nel LIBRO BIANCO DELLO SPORT dell’Emilia Romagna.

Per ulteriori approfondimenti:

http://www.sportindustry.com/site/Home/FinanziamentieBandi/articolo1008075.html

http://www.creditosportivo.it/index.html