Ultimamente si parla molto di bioedilizia: il crescente interesse verso le tematiche ambientaliste comporta l’esigenza di integrare i manufatti nell’ambiente che li ospita.

In questo modo la casa diventa un organismo vivente che respira attraverso i muri. Perché ciò sia possibile i materiali edili devono essere naturali, non sofisticati, igroscopici, esenti da odori e a basso consumo energetico. In bioedilizia l’utilizzo del legno è massiccio, dato che le sue caratteristiche fisico-tecniche lo rendono perfettamente idoneo a creare ambienti di abitazione vitali ed equilibrati. Per raggiungere questi obiettivi la STRATEX SPA – divisione LIVING (www.living.stratex.it) produce in Italia case ad alta efficienza energetica in bioedilizia utilizzando materiali e filiere certificate. Il clima salubre ed il senso di benessere che si percepiscono in una casa STRATEX sono determinati dalla combinazione di vari fattori: i profumi del legno, l’effetto isolante prodotto dalla fibra di legno, utilizzato come coibente termo-acustico, gli ampi spazi privi di costrizioni grazie alla struttura a telaio, e la luce che invade la casa. Tutto questo viene armonizzato dalla sapiente progettazione bioclimatica sviluppata dall’Ing. Alessandra Piani (328/9874080) e dall’Arch. Ing. Silvia Platti (320/0121722) (www.spactio.it) per ottimizzare l’energia del sistema edilizio e sfruttare il potere cromatico della luce negli interni per il miglior risultato di benessere per chi abiterà la casa.